Car2Go pensa al futuro con auto elettriche e guida autonoma

Car2Go logoLa nascita e diffusione dei servizi di vehicle sharing, in questi ultimi anni, ha evidenziato le enormi opportunità offerte da queste piattaforme a livello globale, che consentono di muoversi in città lasciando la propria auto a casa e riuscendo spesso e volentieri a risparmiare tempo e fatica, fattori che hanno contribuito alla forte espansione di questi servizi anche nel nostro paese dove sempre più persone decidono di iscriversi per affidarsi alla mobilità condivisa.
Nei giorni scorsi la piattaforma Enjoy di ENI ha annunciato una ulteriore espansione debuttando a Catania e fornendo il servizio di scooter sharing anche a Roma oltre che a Milano, e adesso è invece il momento di parlare di un altro servizio simile molto apprezzato in Italia. Si tratta di Car2Go, che nei giorni scorsi ha confermato i risultati raggiunti fino ad oggi a livello nazionale e non solo, e i suoi piani per il futuro che comprendono l’espansione della flotta di veicoli e maggiori investimenti nelle auto elettriche e nelle vetture a guida autonoma.

Car2Go Italia

Nel corso di una conferenza dedicata ai risultati ottenuti a Milano e più in generale in Italia, il Country Manager di Car2Go in Italia e Spagna, Gianni Martino, ha parlato del futuro del servizio nel nostro paese, facendo il punto della situazione sui risultati ottenuti fino a questo momento. Secondo quanto confermato, solo a Milano in tre anni, Car2Go è riuscito a raggiungere 80.000 iscritti e un parco auto di 650 vetture disponibili, numeri che invece, a livello nazionale, raggiungono 200.000 iscritti e circa 1900 smart condivise.

Riguardo al futuro, Martino conferma che l’obiettivo, a partire dal 2017, sarà quello di convertire le auto condivise in vetture elettriche a zero emissioni, creando anche delle apposite stazioni di rifornimento private da 22kW dove le vetture saranno ricaricate dagli addetti in modo da essere sempre efficienti e pronte all’uso per i clienti. A partire dal 2020, invece, non è da escludere che possano essere adottate le prime vetture a guida autonoma, che potrebbero rendere il car sharing ancora più veloce e intuitivo rispetto ad oggi.

Il Country Manager di Car2Go, inoltre, conferma che entro breve la società potrebbe espandere ulteriormente il parco auto, fornendo non più solo vetture a due porte, ma anche a quattro porte, partendo da Milano e crescendo nelle altre città in cui il servizio è attualmente disponibile.

Sorgente: hi-techitaly.com