Findomestic: auto a guida autonoma piace agli italiani

AutomobileL’industria delle auto è cambiata in maniera importante in questi ultimi anni, e anche per questo vediamo sempre di più approdare sul mercato vetture che integrano tecnologie avanzate dedicate all’infotainment che forniscono un valido supporto alla guida del proprio mezzo di trasporto senza tuttavia distrarre i guidatori.

Il futuro delle auto, tuttavia, sarà certamente nelle vetture in grado di muoversi da sole, le cosiddette auto a guida autonoma, sulle quali molti esponenti del settore e colossi della tecnologia hanno iniziato a lavorare già da svariati anni. E sono proprio le auto a guida autonoma al centro dell’Osservatorio Auto 2016, uno studio condotto da Findomestic i cui risultati sono stati presentati in questi giorni, che ha coinvolto migliaia di persone in 4 continenti e 15 paesi, tra cui l’Italia.

Auto guida Autonoma

La ricerca Findomestic conferma, ad esempio, come la maggioranza degli italiani intervistati ritenga l’auto a guida autonoma un beneficio soprattutto in termini di comodità, per l’84% e per risparmiare tempo secondo l’83%, ma gli stessi italiani, al contrario dei cittadini di altri paesi come la Cina, nel 39% dei casi non vogliono che la connettività di queste vetture possa portare all’intrusione da parte di contenuti pubblicitari. Una percentuale superiore all’80%, infatti, preferisce che la connettività possa essere sfruttata per migliorare la sicurezza evitando furti ed aiutando a impedire incidenti.

E se il 65% degli italiani si dice interessato particolarmente da queste vetture, il 45% ammette che difficilmente la comodità di questi mezzi di trasporto possa aumentare la voglia di affidarsi all’auto per muoversi in città. Riguardo alle previsioni, sono l‘81% gli intervistati che ritengono possibile la commercializzazione delle prime vetture autonome entro 10 anni, mentre scende al 52% la percentuale di chi ritiene probabile un lancio entro 5 anni. In tal senso, risulta che il 66% degli italiani preferisca affidarsi a colossi tecnologici come Google o Apple per le auto a guida autonoma, piuttosto che ai produttori di auto tradizionali.

I dati provenienti dalla ricerca Findomestic, infine, pongono l’attenzione sulle opportunità che, secondo gli automobilisti, questa categoria di vetture potrebbe offrire. Secondo il 40% degli italiani queste auto potrebbero diventare uno spazio perfetto per il divertimento, mentre il 35% un luogo in cui conversare con gli altri passeggeri. Il 23% degli automobilisti nostrani, invece, considera queste auto come un luogo perfetto in cui mettersi in pari con il lavoro arretrato, mentre il 29% addirittura uno spazio per poter riposare.

Sorgente: hi-techitaly.com