[WWDC 2016] Apple apre il sipario su iOS 10, macOS Sierra e non solo

Apple logoGrande attesa, come del resto avviene ogni anno, gravitava intorno alla Worldwide Developers Conference 2016, la nuova edizione dell’evento organizzato dal colosso di Cupertino e dedicata agli sviluppatori, che puntualmente offre la possibilità di conoscere le nuove versioni delle principali piattaforme sviluppate  da Apple, per conoscere in anticipo le principali novità e farsi un’idea di ciò che saranno in grado di offrire i dispositivi della società che verranno commercializzati nel prossimo futuro.

In tal senso, gli annunci fatti da Apple nel corso della conferenza sono stati in linea con quanto anticipato dalle molte indiscrezioni degli ultimi mesi, puntando l’attenzione, principalmente, sulla nuova versione della piattaforma mobile della società, iOS 10, ma anche sulla controparte per dispositivi desktop, che cambierà nome in macOS Sierra, ma anche uno sguardo al segmento degli indossabili con watchOS 3.0 e non solo.

iOS 10 ufficiale

Partiamo proprio da iOS 10, la prossima versione del sistema operativo mobile destinato ad iPhone, iPad, iPod Touch che Apple ha già descritto come la versione migliore di sempre della sua piattaforma mobile, che introduce un design completamente rinnovato per alcune delle applicazioni più utilizzate come Message, Maps e Photos, ma anche una maggiore integrazione dell’assistente vocale Siri, che giocherà un ruolo ancora più importante per migliorare l’esperienza di utilizzo da parte degli utenti, anche all’interno delle apps terze parti. Apple ha infatti deciso di fornire agli sviluppatori la possibilità di rinnovare le proprie apps integrando il supporto a Siri per offrire funzionalità aggiuntive.

Il nuovo Message offrirà animazioni più potenti ma anche funzionalità aggiuntive come l’inchiostro invisibile che mostrerà i messaggi solo quando gli utenti passeranno sopra un dito, maggiori strumenti di personalizzazione, suggerimenti automatici che permetteranno di sostituire parole con emoji, ma anche la possibilità di rispondere ai messaggi con un semplice tap e di visualizzare contenuti multimediali senza bisogno di lasciare l’app principale. L’app integrerà inoltre alcune funzioni aggiuntive legate all’App Store, offrendo agli sviluppatori nuove possibilità di interazione durante le conversazioni, la possibilità di inviare pagamenti, organizzare appuntamenti e molto altro.

Anche Maps è stato protagonista di un importante rinnovamento. Ora è più intelligente, offrendo agli utenti suggerimenti sulla prossima destinazione in base alla routine quotidiana di ognuno, ma anche permettendo di cercare istantaneamente, ristoranti, alberghi o stazioni di servizio presenti sul percorso che si deve seguire. L’apertura agli sviluppatori, consentirà inoltre di aggiungere funzioni molto interessanti, rendendo ancora più intuitiva l’esperienza generale. Con Uber e Lyft, ad esempio, sarà possibile prenotare un’auto direttamente da Maps. L’app Foto, invece, vede l’integrazione di Memories, una funzione che consentirà di ricordare viaggi, persone ed eventi accaduti in passato, creando delle splendide ed emozionanti raccolte di foto da visualizzare in qualsiasi momento, riuscendo ad analizzare e riconoscere gruppi di persone e ambienti.

Home è invece un’app che beneficerà di una maggiore integrazione con iOS 10, pensata per chi vuole controllare oggetti intelligenti nella propria casa direttamente da un’unica app. Si tratta di una novità che strizza l’occhio all’internet delle cose, rendendo più semplice la vita delle persone, aggiungendo il supporto per il controllo vocale con Siri. Le novità riguardano anche Apple Music e l’app News, entrambe protagoniste di un re-design che migliora ulteriormente l’aspetto e la gestione delle diverse sezioni, permettendo in Apple Music di trovare più facilmente la propria musica preferita, e in News di accedere alle notizie più interessanti del momento.

iOS 10 migliorerà anche la sicurezza dei suoi utenti, grazie all’integrazione della crittografia end-to-end per tutte le principali applicazioni di comunicazione, ma al tempo stesso andrà a raccogliere molti più dati attraverso le sue applicazioni, per migliorare l’esperienza degli utenti, ma al tempo stesso,grazie alla tecnologia Differential Privacy, non archivierà le informazioni nei server per identificare i suoi utenti, in modo da non  comprometterne la privacy.

iOS 10 sarà disponibile per tutti in autunno, ma intanto gli sviluppatori potranno partecipare al programma di test provando la versione Beta.

Apple ha mostrato anche il nuovo macOS Sierra, la prossima versione del sistema operativo per ambienti desktop che integrerà per la prima volta l’assistente vocale Siri, rendendo più semplice trovare documenti, accedere a determinate funzioni o impostazioni usando la voce, ma anche di avere tutti i propri documenti più  importanti disponibili su qualsiasi dispositivo, grazie ad iCloud Drive. Presente anche la funzione Tabs, che sarà accessibile in tutte le applicazioni (che la supporteranno), per macOS Sierra, la funzione Picture in Picture e la possibilità di copiare documenti e contenuti di ogni genere da incollare su diversi dispositivi. macOS Sierra, infine, supporterà anche Apple Pay, rendendo ancora più sicuro fare acquisti online dal proprio Mac. Confermato, anche per la piattaforma desktop, la funzione Memories nell’app Foto e la crittografia end-to-end per i dati degli utenti e le conversazioni.

macOS Sierra

Anche macOS Sierra sarà disponibile in Autunno, anticipato dal programma Beta per sviluppatori.

Sempre in ambito software, Apple ha aperto il sipario su watchOS 3.0, la prossima versione del sistema operativo destinato ad Apple Watch. Questo importante aggiornamento servirà a migliorare la performance dello smartwatch, rendendo più semplice e veloce rispondere ai messaggi, condividere i propri risultati relativi all’attività di fitness con amici e familiari per essere più motivati nel raggiungere gli obiettivi, ma anche rispondere rapidamente ai messaggi attraverso l’apposita funzione, condividere adesivi e usare la funzione SOS per contattare rapidamente i servizi di emergenza in situazioni specifiche.

watchOS 3.0

Gli utenti Apple, per accedere alle versioni finali delle nuove piattaforme dovranno quindi attendere l’Autunno, ma intanto già da luglio avranno inizio i singoli programmi Beta destinati agli sviluppatori che daranno modo di approfondire la conoscenza di tutte le principali funzionalità.

Fonte: Apple

Sorgente: hi-techitaly.com